Blefaroplastica

La blefaroplastica è l’intervento utile a migliorare l’estetica delle palpebre superiori e/o inferiori.

Nella palpebra superiore si elimina una striscia di pelle in eccesso e il rigonfiamento, di solito unico, che sta all’angolo interno (borsa palpebrale superiore).

Si ricrea di nuovo il solco, la cicatrice coincide con esso e in pratica è visibile, all’inizio, solo a occhi chiusi, quindi… non si nota mai. Dopo qualche mese, è molto difficile individuarla.

Nella palpebra inferiore si rimuove pochissima pelle; invece sono eliminati gli antiestetici rigonfiamenti causati dalle borse (di solito 2 o 3) che danno un aspetto stanco allo sguardo.

La cicatrice è molto marginale lungo il bordo ciliare ed è facilmente occultabile nei primi tempi con un normale maquillage. Successivamente, come per la palpebra superiore, non si vede più.

L’intervento si effettua in anestesia locale con assistenza dell’Anestesista che pratica una leggera sedazione. La degenza si limita a qualche ora nel post-operatorio, poi il paziente, se vuole, può tornare a casa e applicare sugli occhi delle bende refrigeranti.

Post-operatorio

La rimozione dei punti avviene dopo 3-4 giorni. I lividi si riducono entro 7 giorni circa, la durata del gonfiore è molto individuale.

Cosa aspettarsi

Con la blefaroplastica si ottiene uno sguardo più “pulito”, meno stanco. Si può completare l’intervento con una seduta di tossina botulinica per attutire le cosiddette “zampe di gallina”.

Richedi una consulenza